Lo scientismo ai tempi del Covid-19

mercoledì, Agosto 26th, 2020

scientismo, neopositivismo logico,covid 19, realismo fantastico

I seguenti brani tratti da Il Mattino dei maghi vanno letti con le dovute cautele. Innanzitutto, bisogna inquadrare il periodo storico di riferimento. Sono gli anni '50 e lo spettro della guerra atomica è più vivo che mai. Risulta poi evidente il rifiuto del neopositivismo e del conseguente scientismo, per rifugiarsi nel Realismo fantastico. Leggiamo inoltre, un chiaro riferimento agli effetti delle ricadute tecnologiche per poi richiamare un noto aforisma di Einstein che si snoda in un divertente gioco di parole: Non esistono le scienze applicate, ma le applicazioni della scienza.
(altro…)




[¯|¯] Transrealismo, metarealismo, realismo fantastico

martedì, Gennaio 30th, 2018

Transrealismo, metarealismo, realismo fantastico

Dopo l'inaspettato successo della mia recensione visionaria dell'opera di Antonio De Nardis, direi che è arrivato il momento di dare lo start up al Transealismo. Per inciso, un'idea del genere è già stata sviluppata in ambito letterario dal matematico e scrittore Rudy Rucker che negli anni Novanta pubblicò un Manifesto transrealista.

La novità consiste nell'espansione di tale canale artistico coinvolgendo mediante un'interazione inaspettata, le arti narrative e le arti pittoriche, in un paradigma "visionario".

In ambito narrativo nonché epistemologico, autori diversi hanno elaborato ipotesi simili. Un esempio immediato è offerto da Jean Guitton che con i fisici Igor Bogdanov e Grichka Bogdanov, utilizzò il termine metarealismo allo scopo di interpretare alcuni paradossi derivanti dall'ontologia della meccanica quantistica.

Un esempio "storico" è, invece, Il mattino dei maghi, un saggio del 1960 dove Louis Pauwels e Jacques Bergier, utilizzarono il termine Realismo fantastico.
(altro…)