Annunci AdSense






[¯|¯] La fisica del Nulla e l'origine dell'universo

maggio 15th, 2018 | by Marcello Colozzo |

fisica del nulla,taosimo,vuoto

Werner Heisenberg fu uno dei primi fisici a sottolineare alcune rimarchevoli analogie tra l'epistemologia della fisica moderna e alcune filosofie dell'Estremo Oriente. Heisenberg scrisse e pubblicò un saggio intitolato Fisica e filosofia che successivamente ispirò il fisico F. Capra nella stesura del libro Il tao della fisica che come è noto, divenne un bestseller.








Possiamo notare un'ulteriore analogia tra un brano tratto da Zhuang-zi, uno dei tre grandi classici del taoismo. Qui la corrispondenza con la fisica contemporanea, in particolare con la quantum cosmology, è straordinaria. Più specificatamente secondo la cosmologia quantistica, il nostro universo è nato dal Nulla o meglio, da una cosiddetta nebulosità quantistica. Spiegare cosa sia un oggetto del genere in termini non matematici è praticamente impossibile. Il Nulla è l’assenza di spazio, tempo e materia. È un "posto senza posto" in assenza di tempo. Noi siamo fatti di spazio e tempo, per cui non riusciamo neppure ad immaginare una cosa del genere. Inoltre, quando si scende a scale temporali e spaziali infinitamente piccole, lo spazio e il tempo non esistono più. C’è il Nulla, ovvero l’assenza di spazio, tempo e materia. E per paradossale che possa sembrare, tutto il mondo che ci circonda, anzi l’intero universo, proviene dal Nulla.

Per inciso, le proprietà del vuoto dal punto di vista della fisica monderna, sono divulgate nel libro La fisica del Nulla.
In parole povere, secondo le filosofie orientali il "vuoto" non è qualcosa di statico ma è una struttura dinamica a tutti gli effetti, in grado di generare un intero universo.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio