Principio di funzionamento delle Macchine operatrici, con esercizio svolto

domenica, Giugno 7th, 2020

macchine operatrici,fisica tecnica,principio di funzionamento


Esercizio svolto dall'ing. Giorgio Bertucelli


Un impianto di elettrolisi di salamoia clorata, dopo il lavaggio (fatto con acqua) e la deumidificazione di Cl2 gassoso (fatto con pioggia di acido solforico concentrato ), fornisce ad un compressore ad anello di H2SO4 di concentrazione 96...98% (γ=1830 kg/m3), una portata netta di 30 t/giorno di Cl2 secco (μ=70 kg/kmol), alle seguenti condizioni: aspirazione p1=0,95 bar e temperatura t1=30°C, scarico p4=4,5 bar.

La temperatura di scarico del gas, che è la stessa temperatura dell'anello circolante nel compressore,
dovrà essere mantenuta < 40°C. A temperature d'esercizio > 40°C il H2SO4 concentrato aumenta la sua capacità di corrosione; la ghisa meccanica impiegata, per i diversi componenti del compressore, verrebbe danneggiata.
I dati di progetto del compressore sono dunque:
portata = 30 t/24h=475 m3/h
differenziale di pressione Δp=4,5-0,95=3,55bar => ρp=4,5/0,95=4,74
Temperatura H2O di raffreddamento disponibile ti=25°C
Determinare: potenza assorbita del compressore, potenza del motore elettrico, potenza termica dello scambiatore di calore
H2SO4 ((lato mantello) - H2O (lato tubi).


(altro…)