Algoritmi, pensieri ed emozioni

Settembre 18th, 2021 | by Marcello Colozzo |

pensieri,emozioni,algoritmo


Tratto da Bootstrap!

Si mescolò alla folla caotica del sabato sera. Un flusso di persone scorreva sul corso principale della città, alla stregua di un torrente in piena. Volti sorridenti, quasi euforici. Donne attraenti, alcune delle quali in compagnia dei rispettivi partner. Con l’occhio della mente abbracciò l’intera scena. Sentimenti, emozioni, idee, si materializzavano nei loro volti. Ogni corpo era la rappresentazione tridimensionale di una danza di pensieri. Involucri materiali dotati di consapevolezza. Il principio evolutivo aveva reso la materia progressivamente complessa fino ad innescare, grazie a un meccanismo di bootstrap, il fenomeno della coscienza e della consapevolezza di esistere. Tale fenomeno restava comunque un mistero. Neppure invocando la selezione naturale era possibile spiegarlo, poiché la coscienza non offriva alcun vantaggio. Ad esempio, un androide programmato solo ed esclusivamente per la sopravvivenza se la sarebbe cavata benissimo, anzi forse meglio. Girò a casaccio su e giù per il corso. Si fermò davanti a una vetrina dalle luci sfavillanti, quasi abbaglianti. All’interno c’era una ragazza mora che gli restituì lo sguardo. Sorrise. What You See Is What You Get . Quello che vedi è quello che è. Le emozioni del momento provate dalla donna si erano materializzate in quel sorriso.
Magari esisteva un algoritmo in grado di invertire il processo, la cui esecuzione restituiva i pensieri e le emozioni, riuscendo così a leggere nel pensiero.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio