beylikdüzü eskort

evden eve nakliyat

klima kombi servisi

Annunci AdSense






[¯|¯] Il processo di guarigione nel paradigma della Teoria dei Giochi

Maggio 9th, 2019 | by Marcello Colozzo |

teoria dei giochi, guerra atomica

L'immagine allegata a quest'articolo è l'esatto contrario dell'argomento che stiamo affrontando. Incidentalmente, la Teoria dei Giochi veniva applicata in ambito bellico durante gli anni della guerra fredda. La domanda che ora ci poniamo è: È possibile applicare tale teoria in ambito medico, ad esempio, nel tentativo di sconfiggere una malattia?.








Il quesito è ben posto giacché nel paradigma della medicina ufficiale, la malattia è vista come un nemico da sconfiggere. Per inciso, l'esempio più banale di gioco a somma zero è dato dagli scacchi. Se A e B sono i giocatori, denotando con +1,-1,0 la vittoria, la sconfitta e il pareggio, si ha A(+1) => B(-1), e viceversa. Nel caso speciale di pareggio riesce A(0)=>B(0). In tal modo, la somma dei risultati è identicamente nulla, da qui la denominazione di gioco a somma zero.

Nel caso di una malattia, il giocatore A è il medico curante del paziente, mentre B è la malattia. Si noti che tale gioco non è a somma zero, giacché nel caso di dipartita del paziente, la risposta tipica del giocatore A è la seguente: il paziente non ha risposto alla terapia, per cui A ha comunque segnato una vittoria (la mancata guarigione è dovuta al paziente e non alla terapia). Probabilmente il semplice paradigma della teoria dei giochi è inadatto alla implementazione di un qualche ragionevole modello del processo di guarigione. Detto in altro modo, ci sono in gioco (termine davvero azzeccato!) troppe variabili...

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio

istanbul escort porno izle