beylikdüzü eskort

evden eve nakliyat

klima kombi servisi

Annunci AdSense






[¯|¯] Espansione e sovrapposizione. Frattalità

Maggio 6th, 2019 | by Marcello Colozzo |

acido lisergico,grof,frattali,coscienza


Neppure un Dio, innamorandosi,
riesce a mantenersi saggio

Publio Sirio, Sententiae, circa 50 a.C.


Capitolo 6 di Un matematico di nome H

Stanislav Grof era uno psichiatra di origine cecoslovacca, che durante gli anni 60 del secolo scorso condusse una serie di brillanti esperimenti sulla cosiddetta espansione della coscienza. Nell'occasione utilizzò l'acido lisergico più comunemente noto come LSD (il famoso allucinogeno utilizzato dagli hippy). Secondo Grof tale sostanza agiva da amplificatore degli stati percettivi, permettendo l'espansione della coscienza oltre gli angusti confini definiti dal corpo fisico. Con tale approccio lo psichiatra implementò una mappatura della coscienza, evidenziando una serie di zone critiche come ad esempio, quelle corrispondenti alla nascita e alla morte, quali estremi del processo di individuazione.








Successivamente, gli esperimenti vennero interrotti a causa dei pesanti effetti collaterali dell'acido lisergico. H era a conoscenza di tutto ciò, poiché aveva recentemente elaborato un modello matematico di rete neurale per lo studio della dimetiltriptammina (DMT), una sostanza prodotta dal midollo osseo di un qualunque organismo vivente, che esibiva una straordinaria affinità chimica con l'LSD, senza indurre effetti collaterali di rilievo. In altri termini, trattandosi di una sostanza endogena, l'organismo era in grado di controllarne gli effetti.

La conseguente espansione della coscienza era accompagnata dalla visualizzazione di immagini frattali. Incidentalmente, ciò si verificò soprattutto negli esperimenti di Grof, e qualche anno più tardi un matematico (Mandelbrot) scoprì i frattali. Si trattò, dunque, di una di quelle coincidenze significative che si verificano spesso nella storia del pensiero umano. Tale circostanza suggeriva di generalizzare la nozione di archetipi junghiani ad eventi sincronici di questo tipo.

Per quanto precede H era follemente innamorato di H* Ma tale amore non era corrisposto, in quanto H* era impegnata in una relazione sentimentale differente ovvero con un altro uomo. Dall'unicità della relazione amorosa seguiva necessariamente l'impossibilità di H* di innamorarsi di H. Ciò era la conseguenza di un teorema di esistenza ed unicità che si dimostrava per assurdo, partendo da una serie di assiomi topologici riguardanti le predette relazioni amorose. Inoltre, le regole del gioco impedivano una qualunque interazione tra H e H*, compresa quella visiva. Utilizzare l'entanglement quantistico era a dir poco impensabile. Restava un'unica via di uscita: un'espansione esponenziale della propria coscienza in modo da implementare un overlapping con la coscienza della donna amata.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio

istanbul escort porno izle