beylikdüzü eskort

evden eve nakliyat

klima kombi servisi

Annunci AdSense






Occhio agli Alieni: l'equazione di Drake

Febbraio 18th, 2019 | by Marcello Colozzo |

alieni,equazione di drake, fantascienza

La bambina prodigio del Bar Albatros forse proveniva dall'iperspazio o magari era un alieno, la cui origine si perdeva in uno dei tanti mondi soluzione dell'“equazione di Drake”.

Una possibile trama di un racconto di fantascienza di serie B.

Premessa. L'equazione di Drake
L'equazione di Drake restituisce una stima del numero di civiltà extraterrestri della nostra galassia. Il numero è relativamente alto, ma c'è il grosso problema della distanza. Vedi paragrafo seguente:

Milioni di anni fa, un'astronave aliena arriva sulla Terra da un sistema stellare distante milioni di anni luce dal nostro. Ciò vuol dire che la luce impiega milioni di anni per giungere sul nostro pianeta, a partire da quella stella lontana. Ne consegue che è impossibile congetturare un viaggio interstellare con v < c, essendo c la velocità della luce. Su quest'argomento gli scrittori di fantascienza si sono sbizzarriti. Teletrasporto, balzo iperspaziale, scorciatoie spaziotemporali... Insomma, gli ingredienti ci sono tutti...








Ma per gli alieni giunti qui molto tempo fa, non ci sono problemi: appartengono davvero a una civiltà tecnologicamente avanzata che ha realizzato una qualche diavoleria per superare l'angusto limite della velocità della luce. C'è addirittura chi suggerisce le applicazioni della fisica di David Bohm, ovvero di una interpretazione non ortodossa della meccanica quantistica. Tale interpretazione non viene accettata perché "fa cilecca" se applicata a particelle relativistiche...

Una volta atterrati sul pianeta, gli alieni vennero attratti da alcuni giacimenti minerari nel Sud Africa, forse perché sul loro pianeta non esisteva nulla di tutto ciò. Gli extraterrestri super evoluti, anzichè portarsi dietro una nutrita squadra di robots che avrebbe lavorato aggratise estraendo una quantità indicibile di metalli, pensarono ad implementare una mutazione genetica. Nello specifico, constantando che all'epoca il nostro pianeta era esclusivamente popolato da animali e da alcuni scimmioni, realizzarono il famoso anello mancante che avrebbe condotto ad Homo sapiens, in modo da schiavizzarlo al meglio...

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio

istanbul escort porno izle