beylikdüzü eskort

evden eve nakliyat

klima kombi servisi

Annunci AdSense






Neuromante ai tempi dell'IoT (Internet of things)

Febbraio 8th, 2019 | by Marcello Colozzo |

neuromante,william gibson,internet of things

La metafora buddista della rete di Indra narra di una grande rete di gemme preziose che pende sopra il palazzo del dio Indra. Ogni gemma preziosa è illuminata dalla grande Luce dell’Essere Assoluto, riflettendo a sua volta la luce di tutte le altre gemme. In questa metafora la rete di Indra implementa l’universo in una sua rappresentazione, per così dire, olografica, mentre ogni gemma è un individuo.

In una maniera allegoricamente simile, la ragnatela di luce del cyberspazio connette computer e persone; la mente di ciascun individuo è in tal modo riflessa in quella di ogni altra e così via all’infinito.

Il neologismo cyberspazio venne coniato dallo scrittore visionario William Gibson nel suo romanzo Neuromante:

«Cyberspazio: un'allucinazione vissuta consensualmente ogni giorno da miliardi di operatori legali, in ogni nazione [...] Una rappresentazione grafica di dati ricavati dai banchi di ogni computer del sistema umano. Impensabile complessità. Linee di luce allineate nel non-spazio della mente, ammassi e costellazioni di dati. Come le luci di una città, che si allontanano...»


Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio

istanbul escort porno izle