Annunci AdSense






[¯|¯] Equazione della corda vibrante. La soluzione di D'Alembert

ottobre 16th, 2018 | by Marcello Colozzo |

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Introduzione

Molti processi fisici sono caratterizzati da una grandezza scalare u(x,y,z,t) funzione delle coordinate x,y,z e del tempo t, quale soluzione di una equazione differenziale alle derivate parziali (PDE, da qui in avanti). Senza perdita di generalità, consideriamo il caso unidimensionale nelle coordinate spaziali, i.e. u(x,t).

Siamo interessati ai processi fisici che possono essere descritti da PDE del secondo ordine e lineari:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

dove A(x,t),B(x,t),... sono assegnate funzioni sufficientemente regolari, denominate coefficienti dell'equazione, mentre G(x,t) è il termine noto. Se le A(x,t),...,F(x,t), si riducono a delle costanti, l'equazione si dirà a coefficienti costanti. Se poi G(x,t)=0, l'equazione è omogenea.








Sussistono le seguenti definizioni:

equazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Equazione della corda vibrante

All'istante t=0 una corda elastica indefinitamente estesa lungo l'asse x, viene "pizzicata" producendo uno spostamento trasversale (cioè perpendicolare all'asse x). A tutti i tempi t>0 il predetto spostamento è una funzione u(x,t) soluzione della PDE:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

dove

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

essendo τ la tensione lungo la corda, e ρ la densità lineare (massa per unità di lunghezza). Ritenendo tali grandezze costanti (positive), si ha che l'equazione precedente è una PDE del secondo ordine, lineare, omogenea e a coefficienti costanti.



Puoi contribuire all’uscita di nuovi articoli ed e-books gratuiti che il nostro staff potrà mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori.


In particolare:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

per cui l'equazione è iperbolica. Un problema di Cauchy di rilevanza fisica è il seguente:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

dove

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

mentre

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

sono funzioni continue assegnate. Tali funzioni sono definite su tutto R perchè stiamo considerando una corda che si estende da -oo a +oo. La prima delle condizioni iniziali fornisce lo spostamento trasversale iniziale, mentre la seconda esprime la velocità iniziale del generico punto. Ciò premesso, dimostriamo il teorema:
Teorema (Soluzione di D'Alembert)
Il problema di Cauchy assegnato, è compatibile e determinato i.e. ammette un'unica soluzione, data da:

equazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Dimostrazione
Nell'equazione della corda vibrante eseguiamo il cambio di variabili:
quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

per cui

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Segue

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Derivando ulteriormente:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Supponendo che u(x,t) verifichi le ipotesi del teorema di Schwartz:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Alla stessa maniera
quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

In tal modo l'equazione della corda vibrante scritta nelle variabili (ξη) assume la forma:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

il cui integrale generale è

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Qui α e β sono arbitrarie funzioni derivabili su tutto R. Ripristinando le variabili x,t:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

che è l'integrale generale che stiamo cercando. Determiniamo l'integrale particolare (se esiste) che risolve il predetto problema di Cauchy:

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Segue

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Dalla seconda

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

essendo K una costante di integrazione. Pertanto

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

che risolto rispetto a α(x),ß(x)

quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert

Finalmente l'asserto:
quazione della corda vibrante,equazioni differenziali alle derivate parziali,soluzione di D'Alembert



Sostienici

Puoi contribuire all’uscita di nuovi articoli ed e-books gratuiti che il nostro staff potrà mettere a disposizione per te e migliaia di altri lettori.



No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio