Annunci AdSense






[¯|¯] Integrazione per quadrature (equazioni differenziali del primo ordine)

Febbraio 25th, 2018 | by Marcello Colozzo |

integrazione per quadrature,equazioni differenziali del primo ordine
Fig. 1

Il prossimo capitolo del volume II del ciclo Degeometrizzando eternamente potrebbe essere intitolato "L'algoritmo ignoto", ovvero uno "schema di calcolo" che metaforicamente, accetta dati reali e sputa nella realtà fisica dati "transreali" (cioè visionari).








Bisognerebbe poi implementare una "tecno-poesia" dedicata alla maggioranza silenziosa dei sistemi dinamici non integrabili "per quadrature", e come tali non elementarmente esprimibili. I "realisti" conoscono esclusivamente ciò che è tangibile, ossia (nel caso in esame) circuiti serie del tipo RC/RL (e altro), quindi caratterizzati da sistemi dinamici integrabili per quadrature. Ma il substrato dell'Universo è di natura matematica, per cui anche i sistemi non elementarmente esprimibili hanno diritto di esistenza. Magari non modellizzano alcun ente fisico, ma ciò non ha importanza, in quanto allocati in Platonia, l'unica realtà oggettiva.

Nella figura: un sottoinsieme della famiglia integrale di un banale sistema dinamico non integrabile per quadrature: y'+t*y=1. In altre parole, la procedura "per quadrature" fallisce anche nei casi più semplici.

scarica l'esempio in pdf

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio