Annunci AdSense






[¯|¯] Considerazioni sui fenomeni paranormali

Febbraio 18th, 2018 | by Marcello Colozzo |

fenomeni paranormali,ripetibilità
Immagine tratta da questo sito web

Il problema dei fenomeni paranormali è la totale assenza di una ripetibilità. A differenza di altri fenomeni come ad esempio, quello delle luci di Hessdalen, dove esiste una quasi-periodicità, qui gli eventi si presentano in modalità del tutto accidentale, come se effettivamente fossero dei processi aleatori al 100%. In ogni caso, per poter descrivere tali fenomeni attraverso un qualche modello fisico-matematico, occorre riferirsi necessariamente al paradigma delle equazioni differenziali alle derivate parziali.








Più precisamente, se X è una qualche "grandezza misurabile", oltre ai dati raccolti, bisognerebbe tentare di scrivere un andamento in funzione del tempo e di altri parametri liberi che non sono necessariamente le usuali coordinate cartesiane (o comunque dello spazio ordinario, cioè magari coordinate polari o altro). Piuttosto, ci si potrebbe riferire a un qualche spazio delle configurazioni e dette (q1,q1,...,qn) le coordinate del punto corrente in tale spazio (supponendo una dimensionalità pari a n), si ha un'equazione differenziale alle derivate parziali del secondo ordine

I principali sistemi di coordinate curvilinee sono:

equazioni differenziali alle derivate parziali

dove F è una funzione reale assegnata, mentre X(q1,q1,...,qn,t) è la grandezza di cui stiamo cercando di catturarne il comportamento in funzione del tempo e di altri parametri liberi non meglio specificati.

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio