Annunci AdSense






[¯|¯] Le Luci di Hessdalen

gennaio 31st, 2018 | by Marcello Colozzo |

Luci di Hessdalen,norvegia

Le cosiddette luci di Hessdalen rappresentano un fenomeno luminoso che si manifesta con una certa periodicità in Norvegia (valle di Hessdalen).

Il fenomeno è presentato in Carteggio Genesis dell'astrofisico Massimo Teodorani. La presentazione è corredata da una vasta bibliografia che raccoglie lavori svolti da molti geofisici. Infatti, sono stati ipotizzati vari meccanismi per spiegare questo fenomeno sconosciuto. Meccanismi che spaziano da effetti di natura elettrochimica, nonché gravitazionale. Questi ultimi ci ricordano la famosa equazione di Lane-Emden che definisce le configurazioni di equilibrio di sistemi autogravitanti, come nel caso di un plasma stellare. Per inciso, anche qui abbiamo un plasma (prodotto da effetti piezoelettrici).








Non si comprende, però, la fonte energetica che permetterebbe al plasma di "sopravvivere". Qualche fisico ha invocato effetti di natura quantistica. A questo punto, mi viene in mente la Teoria di Jeans utilizzata in ambito cosmologico per spiegare la formazione di strutture gravitazionali (galassie, ammassi di galassie, etc.). Naturalmente si tratta di due scenari completamente diversi. C'è poi il problema di spiegare l'origine delle fluttuazioni di densità (nel caso cosmologico, esse sono innescate da fluttuazioni quantistiche del campo quantistico che ha generato l'inflation).
La domanda è: i processi invocati da alcuni geofisici (piezoelettricità e simili) potrebbero determinare fluttuazioni di densità? A loro volta queste potrebbero "collassare" (in accordo con la teoria di Jeans) innescando poi dei processi di produzione dell'energia che alimenterebbero il plasma.

Luci di Hessdalen,norvegia

No TweetBacks yet. (Be the first to Tweet this post)

Tags: , ,

Articoli correlati

Commenta l'esercizio